Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

Aggiornamento Progetto Prevezione HIV - Kenya

Dall'ultimo report del Progetto Prevenzione HIV nella Diocesi di Kisii, Kenia. 

Maggio-Agosto 2010 

Alcuni ragazzi incontrati durante i workshop hanno riferito al nostro team, con cui spesso si instaura un rapporto di fiducia, la difficile situazione in cui versano. In particolare siamo venuti a conoscenza del caso di una tredicenne che aveva tre partner sessuali, di età diverse, due studenti e un uomo sposato.

  • Quest'ultimo versava alla ragazzina del denaro che lei divideva con gli altri due partner più giovani. I nostri operatori sono intervenuti a favore della ragazza. Un altro caso ci è stato segnalato da un insegnante: un padre costringeva la figlia a rapporti incestuosi. Il nostro team ha incontrato la ragazza, offrendole tutte le informazioni necessarie per individuare sul territorio le strutture in grado di aiutarla: ospedale, dipartimento per la protezione dell'infanzia, parrocchia e capo villaggio. I nostri operatori hanno inoltre sollecitato l'insegnante a denunciare formalmente il padre della ragazza presso le autorità locali.
  • Alcuni studenti hanno riferito al nostro team di soffrire di malattie sessualmente trasmesse. Purtroppo questo tipo di infezioni viene spesso curato con rimedi tradizionali, perchè soprattutto le ragazze non discutono di questo genere di problema con operatori sanitari di sesso maschile.
  • Durante gli incontri preliminari con i genitori, sono emersi casi di minacce e aggressioni da parte dei ragazzi nei confronti dei loro genitori, incapaci o riluttanti a soddisfare le richieste di denaro dei figli. I casi emersi hanno indotto i nostri operatori a promuovere con maggior forza nel corso dei diversi incontri sul territorio il rispetto tra le generazioni.
  • In alcune scuole abbiamo appreso che per garantire la disciplina in classeviene ancora usato il bastone, nonostante sia stato messo al bando dal governo. Il team Arché ha incontrato separatamente sulla questione insegnanti e studenti , con cui si è ragionato sulle molte e diverse opzioni disponibili per favorire un corretto comportamento da parte degli studenti.











Questo post è associato al progetto: Prevenzione dell'AIDS nelle scuole primarie

Postato Lunedì 01/11/2010 da Pensieri&Colori