Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

Asinando: un esperimento ben riuscito

Dopo anni di “Asinando” con le scuole, si è pensato di organizzare la giornata per CON-dividerla con le famiglie dell’Associazione MichelepertuttiA maggio il tempo ci aveva remato contro e siamo stati costretti a rimandare l’evento.

Finalmente, il 19 settembre 2015, i volontari di Arché hanno accolto all’ingresso della Fattoria Ferri della Riserva Naturale Sentina tutte le famiglie partecipanti di “Michelepertutti”.

I preparativi sono iniziati giorni prima, per organizzare il pranzo, lo spazio e la logistica delle giornata.

Alle 8.30 della mattina la pulizia del prato: abbiamo raccolto le foglie e i “ricordini”delle papere sparsi per far sì che tutto lo spazio che ci avrebbe ospitato fosse totalmente pulito. Poi alle 10.00 è arrivato Michele con la sua stupenda famiglia.

Nel frattempo Cristina allestiva il tavolo con colori e argilla, Attilio, Alessandro e Gianluca posizionavano gli asini e i materiali utili alle attività, e i volontari di Arché iniziavano a scaldarsi per giocare con i piccoli ospiti che stavano pian piano arrivando.

Il gallo dalla staccionata controllava che tutto fosse al posto giusto e le galline e le papere si muovevano in lungo e in largo, curiose di scoprire chi avrebbero conosciuto questa volta.

Quando tutti i bambini con le loro famiglie sono arrivati abbiamo iniziato le consuete attività che caratterizzano la giornata di Asinando, ma c’è anche stato qualcosa di nuovoGià nel pensare la giornata, nell’invito fatto, si respirava aria nuova.

La voglia di cambiare, di migliorarsi, di provarci sempre anche in avventure nuove è il combustibile di questo motore Arché che conduce i volontari in un cammino di coraggio nell’ in-contrare l’altro sempre col sorriso e tanta voglia di condividere.

Manine al lavoro ovunque. Chi disegnava con grande stile e impegno. Chi realizzava formine di argilla e chi, affascinato dagli asini, è salito in groppa a Clementina.

Tutti insieme abbiamo esplorato la campagna e passeggiato intorno alla Fattoria alla scoperta delle giuggiole, dei campi da lavoro, dei maiali, con Albano che ci faceva da Cicerone.

Alcuni bambini accompagnavano gli asini con la corda, altri hanno goduto della giornata attraverso gli occhi, come quelli di Michele che ti guardano e ti sorridono sempre.

È proprio a quegli occhi e a quelle manine che diciamo grazie, perché la loro curiosità, serenità, amabilità e amicizia ci danno la grinta che nutre la nostra passione per quello che facciamo.

Una tavola imbandita di cose buonissime ci ha poi chiamati a raduno per festeggiare la buona riuscita della giornata, che ha visto la partecipazione e collaborazione della Fondazione Arché con l’Associazione Sentina e AsinoPiceno per l’Associazione Michelepertutti, a ricordare ancora quanto sia importante stare insieme e dare, dal più grande al più piccolo.

Incontrarsi senza confini, senza differenze e abbattere i limiti.

Un grazie speciale a chi ha reso possibile ancora una volta tutto questo.

A Matteo, Sara e Silvia, a tutta la loro famiglia e agli amici. Al coraggio e la forza di Cristiana e Marco e di tutti gli altri genitori che come loro ci hanno insegnato tanto. A tutti i volontari delle Associazioni che con partecipazione sentita ci sono sempre e alla grande Solidea che ci ha sopportato ancora.

Mentre il sole girava e si preparava al tramonto abbracci e saluti annunciavano il termine della giornata e non certo per un addio ma per un arrivederci, a presto!












Questo post è associato al progetto: Asinando – Onoterapia e socializzazione

Postato Martedì 20/10/2015 da Paolo Dell'Oca