Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

Zambia: aperte le iscrizioni al campo estivo!

«Ho iniziato a guardare la vita da una prospettiva diversa. Lo chiamano volontariato ma quello che i bambini ti danno  è molto di più di quello che tu riesci a dare loro». Sono le parole di Erica Sacchetti, 23 anni, studentessa all’Università Cattolica di Milano in Politiche pubbliche.

L’anno scorso in agosto Erica è stata una delle ragazze selezionate per partecipare ai campi estivi di Arché in Zambia. L’esperienza riparte, e Arché rilancia la proposta ai ragazzi italiani: sono aperte le selezioni per il Campo estivo di volontariato nella missione di Chikuni in Zambia.

La proposta è rivolta ai giovani maggiorenni: studenti universitari o giovani lavoratori. Il campo estivo durerà tre/quattro settimane e si svolgerà nella missione gesuita di Chikuni dove Fondazione Arché lavora ogni giorno con gli adolescenti.

I volontari saranno coinvolti nell’organizzazione e realizzazione dei campi di formazione per adolescenti orfani. Sono molti infatti a Chikuni, come nel resto del paese, i ragazzi che a causa dell’Aids hanno perso uno o entrambi i genitori. Sarà una occasione di incontro, di gioco, di riflessione sui comportamenti a rischio di contagio Hiv, oltre che sui problemi che questi ragazzi vivono quotidianamente, ma sarà anche una grande esperienza di volontariato, di condivisione e di conoscenza di una cultura diversa.

«Avevo visitato l’Africa con i miei genitori ma è sempre stato vivo in me il desiderio di conoscerla da un punto di vista più vero – ha raccontato Ericale prime due settimane le ho trascorse preparando le lezioni. Abbiamo scelto ‘Il Piccolo principe’ e su quel libro abbiamo costruito un percorso di significati. Poi sono partita per i villaggi».

Erica ha passato le ultime due settimane in due villaggi vicini a Chikuni e lì, nelle scuole, ha fatto la volontaria nei campi studio che sono frequentati da bambini e adolescenti orfani: «Ci siamo accomodate sui pavimenti delle scuole, stendendo materassini e montando le zanzariere contro la malaria. Abbiamo fatto da mangiare sul fuoco acceso col carbone. Sì, è un’esperienza molto forte e la  consiglierei sotto il profilo umano e relazionale. Ti insegna una prospettiva diversa sulla vita: dormi per terra, non hai il bagno né la corrente, quindi non puoi attaccare il cellulare né il computer... Ti fa capire tante cose. Quanto torni a Milano e apri l’acqua, pensi per la prima volta che non è infinita. Lo chiamano volontariato ma quello che questa esperienza dà a te ha un valore inestimabile».

Arché opera dal 2002 nella missione di Chikuni in collaborazione con i gesuiti, che nell’arco di un secolo hanno promosso lo sviluppo sociale e culturale del territorio. A Chikuni si trovano alcune delle migliori scuole zambiane, dove viene formata la classe dirigente del paese. Arché conduce nelle scuole di Chikuni un progetto per adolescenti di prevenzione di comportamenti a rischio, Action with Youth, realizzato da un team di educatori locali e coordinato da Gianpietro Gambirasio.

Chi è interessato contatti al più presto Arché allo 02 6688521 oppure scriva a Cristina Bocca: bocca@arche.it: i posti sono limitati!












Questo post è associato al progetto: Volontariato estivo in Africa

Postato Lunedì 18/01/2016 da Stefania Culurgioni