Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

Il video finale di Hiv? Sintonizzati!

Mercoledì 13 aprile i ragazzi peer educator del Liceo Artistico Confalonieri De Chirico di Roma hanno invitato tutti i loro compagni di scuola per presentare loro il video sulla prevenzione Hiv e IST da loro realizzato nell’ambito del progetto “Hiv? Sintonizzati!”. In una giornata molto intensa i ragazzi hanno incontrato più di 300 compagni di scuole suddivisi in tre turni.

I ragazzi hanno presentato il percorso di formazione fatto con i tutor di Arché, Elisa Moscato e Chiara Balzini, e hanno raccontato come hanno realizzato il video con l’aiuto di Matteo Ziglio dell’associazione culturale N.a.t.a.n. Factory. Hanno scelto la tecnica dello speak drawing, ossia parlare disegnando, per riuscire a spiegare dei concetti difficili in modo semplice e schematico attraverso l'uso della grafica.

Essendo studenti di un liceo artistico, hanno scelto di disegnare perché attraverso l'arte riuscivano meglio ad esprimere le loro idee e a spiegare ciò che pensano sia importante.

La parte più bella di tutto il progetto, arrivati a conclusione, è stata quella di sentirsi gruppo, di essere riusciti, anche se numerosi e molto diversi tra loro, a prendere il meglio da ognuno, come le doti nel disegno, la recitazione, le idee, le voci, e a metterle insieme per creare un qualcosa di importante che possa essere diffuso attraverso i canali comunicativi più usati dai ragazzi: Facebook, YouTube, Whatsapp.

Dopo la proiezione del video si è aperto il dibattito svolto con l’aiuto della professoressa di scienze e dei rappresentanti di Arché, ma soprattutto svolto dai ragazzi stessi che avevano raccolto tante domande scritte dai loro compagni su biglietti anonimi.

A partire dal concetto di salute nella definizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità “…la salute non è assenza di sintomi di malattia ma benessere fisico, psichico e sociale”, i ragazzi hanno discusso con i loro compagni di stili di vita protettivi della salute propria e altrui, considerando tutti gli aspetti del benessere individuale, non solo quello sanitario ma anche quello relazionale e sociale. Si è così aperto un dibattito sulle modalità di trasmissione del virus, sugli strumenti della prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili ma anche sull’ambito sociale e sulla prevenzione dello stigma e delle discriminazione delle persone sieropositive Hiv.

Ringraziamo tutti i ragazzi, la preside dell’Istituto, la prof.ssa Lanni, la prof.ssa Chiacchia e tutti i docenti che hanno collaborato al progetto per il loro impegno e il loro interesse. La collaborazione tra diversi livelli di responsabilità si è rivelata in tutta l’efficacia di un percorso di peer education che diventa peer project, in quanto ha coinvolto persone di età e ruoli diversi nella crescita di nuove competenze acquisite che ci auguriamo possano diffondersi in un movimento orizzontale che continui a svilupparsi nell’ambito familiare, amicale e scolastico non solo dei ragazzi, ma anche dei loro insegnanti.

Il video realizzato dai ragazzi, mostrato qua sotto, può essere scaricato dal canale YouTube di Roma Capitale, dove sono pubblicati anche tutti gli altri prodotti comunicativi realizzati nell’ambito del progetto “Hiv? Sintonizzati”, promosso dal Coordinamento Romano Hiv, promosso e sostenuto da Roma Capitale - Assessorato Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute e realizzato dai gruppi di peer education di dieci Istituti di Istruzione Superiore di Roma, con la collaborazione dei tutor di Anlaids, Arché, Circolo Mario Mieli, Magliana 80 e Lila Lazio.

Immagine| @evildeepblue












Questo post è associato al progetto: Adolescenti, Roma

Postato Martedì 19/04/2016 da Paolo Dell'Oca