Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

Doppio Asinando

15 e 16 maggio: quest'anno l'appuntamento annuale dei ragazzi di San Benedetto del Tronto con l'onoterapia raddoppia! Ma cos'è l'onoterapia?

L'onoterapia è un intervento di educazione e rieducazione alla relazione, finalizzato a promuovere condizioni di benessere. Si tratta di un'attività co-terapeutica di supporto alla medicina e alla psicologia che ha il compito di potenziare gli esiti positivi delle cure, svolgendo un lavoro parallelo agli altri interventi. L'asino, infatti, grazie alle sue caratteristiche etologiche, fisiche, comportamentali e simboliche rappresenta potenzialmente un facilitatore alla relazione.

I bambini affiancati da Arché vengono invitati a partecipare insieme ad alcuni dei loro compagni di classe e, dopo aver passeggiato, osservato, ascoltato e lavorato con gli asini e gli altri animali, si dedicano al gioco immersi nella natura.

Ad esempio interrano dei semini di piante tipiche della zona in vasetti di torba con terra e concime preparati durante la giornata per loro, riportando a casa, in questo modo, l'impegno di far fiorire la pianta insieme ai genitori che, tutto l'anno, seguono questi bambini e vorrebbero vederli sempre sorridere e imparare nel gioco.

L’edizione di quest’anno è rivolta a 75 bambini dell’Istituto Comprensivo di Monteprandone(AP).

Il programma della giornata del 15 maggio prevede l’arrivo dei bambini accompagnati dalle proprie insegnanti intorno alle 9.00 alla Riserva Sentina di Porto D’Ascoli.

Dopo una breve presentazione e alcuni racconti per conoscere meglio l’asino ci si dividerà in gruppi per dare la possibilità a tutti di praticare sia le attività con gli animali (li si potrà spazzolare e nutrire), sia la passeggiata intorno alla Fattoria Ferri che ci ospiterà.

Ci sarà anche una merenda tipica di campagna offerta dalla Fondazione Arché. Il termine della mattinata è previsto per le 12.30 circa in modo da permettere ai bambini di rientrare nelle proprie scuole in tempo per prendere il pullmino. Il tutto avverrà grazie alla collaborazione dei volontari della Fondazione Arché, dell’Associazione Sentina e dell’Associazione AsinoPiceno.

Quest’anno si raddoppia e duplicheremo Asinando nel giorno di sabato 16 maggio. Si è pensato di fare un invito diverso che premiasse sempre i bambini ma con limiti come quelli di Michele.

Michele è nato con una rara sindrome genetica e i suoi genitori, Marco e Cristiana hanno fondato Michelepertutti Onlus per aiutare i bambini celebrolesi come lui a non perdere tempo per loro prezioso nel condividere le conoscenze accumulate negli ultimi 5 anni sulle terapie riabilitative efficaci.

Cercano mani, tante mani, per poter realizzare i loro progetti e dare così forma al loro sogno.

Noi di Arché vogliamo regalare loro una giornata e dare la nostra mano, le nostre mani, perché Michele e gli altri suoi amici potranno godersi la giornata insieme alle loro famiglie e praticare le attività attraverso le mani dei volontari e dei loro genitori. L’obiettivo è quello di cominciare una collaborazione, di condividere una giornata all’insegna della solidarietà e di promuovere il nucleo famigliare che soprattutto per loro è fondamentale.

Insieme ad una dottoressa che segue Michelepertutti si stabiliranno attività anche alternative a quelle consuete. L’invito è stato fatto alle 16 famiglie che attualmente fanno parte dell’Associazione ONLUS Michelepertutti e che arrivano da diverse città marchigiane e abruzzesi e, se il tempo lo permetterà, la Fattoria Ferri ha messo a disposizione lo spazio per poter pranzare tutti insieme anche alle nostre famiglie in campagna nel mezzo della stupenda Riserva Sentina e cominciare a darsi una mano.












Questo post è associato al progetto: Asinando – Onoterapia e socializzazione

Postato Venerdì 15/05/2015 da Paolo Dell'Oca