Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

Per una vita serena

Voglio scrivere di oblio e ricordo perché sono state parole che mi hanno aiutata a capire. A volte si può pensare che la parola oblio abbia un significato negativo, poiché spesso per noi è difficile voltare pagina.

Nel mio percorso, invece, ho trovato la forza di abbracciare questa parola lasciando andare carichi inutili che non mi avrebbero permesso di andare avanti. Sono riuscita, quindi, a proseguire senza dimenticare, grazie anche ad un percorso fatto insieme ad Arché.

Attraverso il ricordo si forma l'identità di una persona: per poter cambiare è difatti necessario ricordare chi siamo stati.

Dopo aver perso tutte le mie certezze e la mia stabilità a causa di una scelta azzardata, mi sono trovata in una situazione precaria.

Quando ho trovato la forza e il coraggio per chiedere aiuto, mi sono rivolta ad una persona che lavorava in Arché e, dopo avermi ascoltato, mi ha dato una mano anche economicamente, donandomi la speranza. Un piccolo gesto concreto è diventato per me un ricordo vero, tangibile, da cui poter attingere nei momenti di smarrimento, durante i quali la speranza di potercela fare sembrava essere svanita.

Inoltre ogni volta che ho ricordato quel gesto mi sono arricchita di un valore sempre più profondo che mi ha permesso di sviluppare una grande gratitudine nei confronti della vita. È importante quindi ricordare momenti che ci hanno fatto stare bene per poter superare momenti bui. I ricordi, quindi, non sono degli ostacoli, bensì uno strumento per poter vivere con serenità il futuro.

Monica Azzali

Leggi altre emozioni:

In viaggio tra le emozioni dell'educare 

Il silenzio di Edoardo

D'improvviso la rabbia

Scrivere una nuova storia

Hai mai perso qualcuno a cui volevi bene e che adesso non c'è più?

L'educazione parte dallo sguardo

Per una vita serena

Non c'è narrazione senza ascolto

L'inaccettabile viaggio di Pauline














Postato Lunedì 22/05/2017 da Paolo Dell'Oca