Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

lino

Imparare a fare la mamma

Possiamo descrivere il disagio sociale come un'incrinatura tra un individuo e la società in cui vive. Questa spaccatura può causare un senso di inadeguatezza.

Se a vivere questa condizione è una mamma, magari sola, c'è il rischio che l'insicurezza percepita si amplifichi. 

Una donna può trovarsi in una situazione di disagio per molti fattori, che vanno dalla perdita della casa all'aver subito un maltrattamento, dall'aver perso il lavoro al non avere una "rete" di persone di cui potersi fidare. 

Spesso a queste difficoltà si accompagna un disagio più profondo, interiore, che induce a perdere ulteriormente lucidità, contribuendo a creare una situazione di immobilità. Queste difficoltà vanno gestite da personale esperto, per evitare che sfocino in comportamenti più gravi.


La storia di Luisa: la mamma che ha imparato a fare la mamma

Luisa vive con sua madre e ha un figlio, ma i rapporti tra loro non sono buoni. Luisa non è mai stata in grado di prendersi cura di quel bambino e infatti ad un certo punto lui non la vuole più vedere. Così la mamma di Luisa la caccia di casa, per prendersi cura del ragazzo.

È quando Luisa resta senza una casa che scopre di essere ancora incinta ed è allora che arriva da noi ad Arché: una scelta forzata, altrimenti sarebbe stata in un dormitorio con la neonata e la neonata le sarebbe stata portata via. Invece arriva in comunità, dove impara a fare la mamma. Gradualmente si prende cura da sola della sua bambina e gli educatori di Arché le danno una mano.

La affianchiamo nella cura e nell’educazione, che nel concreto significa insegnarle che la bambina deve avere degli orari, dei rituali, cose che altrimenti Luisa non avrebbe fatto. Lei si fida e ci segue. La bambina va al nido, gioca, è molto intelligente e vivace, fa la merenda e va a letto sempre alla stessa ora.

Ora Luisa ha interiorizzato quelle cure di cui necessita una bambina. Adesso Luisa ha anche trovato un lavoro ed è mamma di una bambina bellissima e felice. Una bambina che non vorrebbe un'altra mamma.

Sostieni anche tu le mamme e i bambini di Arché!

Dona ora

Ecco i 5 interventi:

1. Come uscire da un crollo emotivo

2. Imparare a fare la mamma

3. Quando la depressione si riversa sui figli

4. Una casa dà autonomia

5. Il bisogno di impegnarsi personalmente














Postato Giovedì 20/07/2017 da Paolo Dell'Oca