Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

Presentazione del libro Se hai sofferto puoi capire

Venerdì 1° dicembre celebriamo la Giornata Mondiale contro l'AIDS presentando Se hai sofferto puoi capire, di Giovanni F. e Francesco Casolo, nella Casa dei Diritti in via de Amicis 10, a Milano.

Il libro, edito da Chiarelettere nel 2017, porta in 150 pagine la storia di Giovanni, dodicenne che scopre di essere sieropositivo, dal punto di vista semplice e ironico dello stesso Giovanni.

Arché compare nel libro perché ha affiancato Giovanni qualche anno fa, per questo ci piace fare conoscere un testo che parla con leggerezza di un tema che ci sta molto a cuore.


Programma

18:00           “Nel 2017 un romanzo a Milano di un adolescente che scopre di essere sieropositivo: ce n’era bisogno?”, interventi di

Pierfrancesco Majorino, Assessore di Milano alle Politiche Sociali, Salute e Diritti 

Francesco Casolo, autore

p. Giuseppe Bettoni, Presidente di Fondazione Arché

Michele R. Serra giornalista di Smemoranda.it

Maurizio Donati, editor di Chiarelettere

 

19:15              Reading di brani del libro con Francesca Puglisi, attrice

19:45              "L'Aids in Italia"

intervento del dott. Angelo Ascari (volontario medico presso l'Ospedale Sacco), della dott.ssa Vania Giacomet (Responsabile Infettivologia Pediatrica dell'Ospedale Luigi Sacco) e della dott.ssa Simona Trotta (psicologa di Pediatria dell'Ospedale Luigi Sacco).

20:00              Intrattenimento con la comica Cinzia Marseglia

 

Evento organizzato con il patrocinio del Comune di Milano. Il dottor Angelo Ascari, Smemoranda e la casa editrice Chiarelettere collaborano con Fondazione Arché Onlus all'organizzazione della serata.

 

Mi hanno detto che non devo aver paura perché non cambierà nulla,
ma ora che lo so devo fare attenzione, non devo dirlo a nessuno,
perché la mia malattia spaventa più quelli che non ce l’hanno che quelli che ce l’hanno.
Giovanni F., 12 anni











Documenti
Scarica la locandina!



Postato Venerdì 01/12/2017 da