Dodici principi per un'Italia più fraterna

Sono giorni politicamente molto caldi, e noi piace riportare 12 ispirazioni che avevamo scritto due anni fa, quando riflettevamo sulla Costituzione, per un’Italia che vorremmo, in cui tutti camminassimo insieme verso la fraternità, cittadini europei e cittadini del mondo.

1) L’Italia è una Repubblica fondata sulla bellezza.

2) La sovranità appartiene ai bambini, che la affidano agli adulti nelle forme e nei limiti della Costituzione.

3) La Repubblica garantisce i diritti e gli storti.

4) Ciò che distingue i cittadini europei dagli altri non è niente.

5) L’Italia ripudia la guerra. Significa che la ripudia e quindi non la farà mai, ma anche che la odia a tal punto che è disposta a rinunciare a parti di sovranità affinché neanche gli altri Paesi la facciano.

6) Potere è un verbo e non un sostantivo: potere cambiare idea, potere fidarsi, potere ascoltare, potere ridurre gli sprechi, potere sognare, potere aggiungere un altro punto a questo elenco.

7) Tutti i cittadini sono diversi tra loro per sesso, razza, gusto di gelato, lingua, colore di capelli, religione, opinione politica, youtuber prediletti, condizioni personali e sociali.

8) Ogni cittadino è responsabile nei confronti degli altri ed è tutelato nel coltivare la propria vita spirituale, anima della fraternità.


9) Lo straniero ha diritto ad essere conosciuto così che non sia più estraneo.

10) In Italia vige il diritto di sorridere molto: l’ironia salva dalla paura dell’ignoto.

11) Solidarietà: quando il bene comune diventa il meglio comune.  

12) Per essere cittadini del mondo non è sufficiente abitare il pianeta: è necessario vivere con giustizia.














Postato Venerdì 02/03/2018 da Paolo Dell'Oca