Il Bilancio Sociale in storie: l'aiuto a Antonia

Sfrattata, abbandonata dal marito, due figli a carico, a Antonia è stato assegnato un appartamento di Arché nel 2017. Gli operatori dell'Area Housing l'hanno affiancata nella ricerca del lavoro, della casa e nella vita quotidiana. Inserita all'interno del Bilancio Sociale 2018, la sua storia è un concreto esempio dell'aiuto che Arché fornisce nelle sue attività di tutti i giorni.

 

La signora Antonia, con due figli minorenni, divorzia dal marito che abbandona il nucleo disinteressandosi dei figli.

 

In breve tempo, la signora non riesce più a sostenere le spese dell’affitto e, nell’estate del 2017, a seguito di sfratto, viene collocata in un nostro appartamento su invio dei servizi sociali. In tutto il periodo di permanenza, la signora è stata sostenuta in diversi modi, con colloqui settimanali e supporto per: la ricerca di lavoro, la richiesta di documenti (dall’Isee alla domanda popolare) e, ogni mese, le è stata fornita una spesa raccolta con il Banco Alimentare, quantificabile intorno ai 120 euro. I figli sono stati accompagnati in un percorso psicologico dovuto al trauma dell’abbandono del padre.


Nel periodo di presa in carico, terminato con l’assegnazione della casa popolare, la signora è riuscita ad accantonare una discreta somma (non avendo le spese legate all’abitare, affitto e bollette). Come Area Housing siamo riusciti a fornire tutto il mobilio per la casa, ad eccezione del divano per la sala, permettendo alla signora di risparmiare moltissimo.















Postato Mercoledì 31/07/2019 da Paolo Dell'Oca