#ioaccolgo: Arché si schiera per l'umanità e l'accoglienza

#ioaccolgo, un verbo che diventa un programma. Antitetico alla realtà causata dal DecretoSicurezza, che sarà rafforzata dal DecretoSicurezza Bis, in via di approvazione in Parlamento. Entrambi sono espressione delle politiche “fortemente restrittive adottate dal Governo e dal Parlamento italiano nei confronti dei richiedenti asilo e dei migranti” contro le quali ha deciso di schierarsi la rete #ioaccolgo di associazioni, enti e cittadini da tutta Italia.

Fondazione Arché ne è promotrice, partecipando al comitato nazionale, a quello milanese e a quello di Quarto Oggiaro con l’obbiettivo di promuovere una visione del mondo non fondato sulla paura e sull’odio ma su solidarietà, uguaglianza e libertà.

Il simbolo scelto per la campagna è la coperta termica dorata, per tanti migranti la prima e più concreta manifestazione di quell’#ioaccolgo che dà il nome alla campagna. Dorata è stata la tinta che ha assunto la scalinata di piazza di Spagna in occasione della prima manifestazione della rete. Dorata è la coperta termica che Fondazione Arché ha esposto anche da una delle finestre di CasArché in occasione della recente Giornata del Rifugiato.

Vicini a chi si batte contro la criminalizzazione della solidarietà, chiediamo “un programma efficace di ricerca e salvataggio in mare a livello europeo” e “canali di ingresso regolari, in modo che le persone non siano più costrette ad affidarsi ai trafficanti e a rischiare la vita”. Auspichiamo che siano contrastate “con ogni mezzo le violenze e le discriminazioni razziste e xenofobe e i discorsi d’odio”.

Insieme agli enti, alle associazioni e ai singoli che fanno parte di #ioaccolgo, crediamo in un’altra politica. Una politica capace di garantire la parità di diritti tra autoctoni e immigrati e di mettere in atto i valori dell’accoglienza e della solidarietà.














Postato Mercoledì 24/07/2019 da Paolo Dell'Oca