Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

Apicoltura

Nel 2013 è stato avviato a Chikuni un progetto di apicoltura, con il sostegno del Club Rotary Manzoni. Si tratta di un'attività agricola di base, adeguata al contesto rurale di Chikuni e facilmente integrabile nel resto delle attività agricole condotte dalla popolazione.

Gli obiettivi di questo intervento sono:

1) promuovere una attività generatrice di reddito a favore di piccoli agricoltori;

2) generare risorse da impiegare nel pagamento delle tasse scolastiche per gli orfani;

3) migliorare il rapporto uomo-ambiente (inquinamento ed uso eccessivo di pesticidi chimici danneggiano le colonie di api).

L’apicoltura è un'attività condotta a livello familiare, che può coinvolgere tutti i membri della famiglia, uomini, donne e anche i ragazzi. Le competenze vengono condivise in famiglia e tutti sono impegnati nel monitorare le colonie, raccogliere il miele e costruire nuovi alveari.

Il miele è un prodotto facilmente commerciabile, non deperibile se ben conservato, per il quale esiste una domanda locale significativa. Esiste dunque un notevole potenziale di sviluppo di questa attività.

Il progetto realizzato da Fondazione Arché ha previsto la selezione delle comunità beneficiarie e dei potenziali apicoltori, la loro formazione, con un seminario di due giorni e la consegna di un manuale appositamente predisposto. Sono state allestite le attrezzature necessarie assemblando materiale reperito localmente e distribuiti smokers, tute protettive, guanti, ecc. In totale abbiamo distribuito 52 alveari a 26 apicoltori. I siti sono periodicamente monitorati dal team Arché. A fine 2013 40 alveari erano già stati colonizzati e nei primi mesi del 2014 è atteso il primo raccolto. La raffinazione del miele verrà centralizzata ed effettuata dal team Arché. Il ricavato della vendita del miele, al netto del pagamento del miele grezzo agli apicoltori locali, verrà investito nel progetto Zambia Istruzione per la Vita.

Questo tipo di intervento favorisce una coscienza ambientale e modifica comportamenti e tecniche agricole tradizionali usate dai locali: già emerge la consapevolezza che la qualità dell’ambiente è cruciale per lo sviluppo dell’apicoltura e che un eccessivo inquinamento, l’abbattimento eccessivo di piante o un abuso di pesticidi non sono compatibili con la vita delle api.





Documenti
Leggi il report del 2013